Unindustria
Login
Sicurezza e Ambiente

Sicurezza e Ambiente

Tutti i corsi

 CERCA PER TITOLO     
CORSO AGGIORNAMENTO ALLA FORMAZIONE AGGIUNTIVA PER PREPOSTI - (6 ORE + TEST) - 16 E 23 NOVEMBRE 2017
FINALITA' Il corso si prefigge, nell'ottemperare all'obbligo di aggiornamento previsto dall'Accordo Stato Regioni del 21/12/2011, di aggiornare i "Preposti" sulle ultime novità relative alla legislazione di sicurezza e igiene del lavoro. Al termine del percorso formativo, previa frequenza di almeno il 90% delle ore di formazione, verrà effettuata una prova di verifica obbligatoria da effettuarsi con colloquio o test, in alternativa tra loro. Tale prova è finalizzata a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e le competenze tecnico-professionali acquisite in base ai contenuti del percorso formativo.
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER ADDETTI AI LAVORI ELETTRICI PER PES/PAV E PERSONE IDONEE - CEI 11 - 27 QUARTA EDIZIONE - 1 DICEMBRE 2017
FINALITA' ? Aggiornare con riferimento alla Nuova Norma CEI 11-27 2014 e alla Norma CEI EN 50110 1:2014 la preparazione del personale che svolge lavori elettrici (Persone Esperte PES, Persone Avvertite PAV e idonei ai lavori sotto tensione PEI) con particolare riguardo al possesso delle necessarie conoscenze e modalità di organizzazione e conduzione dei lavori elettrici, anche con riferimento a prove riconducibili a situazioni impiantistiche reali. ? Consolidare le conoscenze per l'operatività sulle tecniche di lavoro elettrico sotto tensione. La nuova Norma CEI 11-27:2014, IV edizione, e la Norma CEI EN 50110-1:2014, III edizione, hanno introdotto numerose novità sullo stato dell'arte dell'esecuzione in sicurezza dei lavori elettrici e dei lavori non elettrici con rischio elettrico. Il D.Lgs. 81/08 pone a carico dei datori di lavoro l'obbligo di affidare i compiti ai lavoratori tenendo conto delle capacità e delle condizioni degli stessi in rapporto alla loro salute e sicurezza. L'art. 37 del D.Lgs. 81/08 prescrive l'obbligo per il datore di lavoro che la formazione dei lavoratori debba essere periodicamente ripetuta in relazione all'evoluzione dei rischi o all'insorgenza di nuovi rischi. Gli obblighi citati sono sanzionati penalmente. Come previsto dal D.L. 73/13, dal 01/03/13 le sanzioni previste dal D.Lgs. 81/08 sono state aumentate del 9,6% e potranno subire ulteriori aumenti sulla base di rivalutazione quinquennale effettuata dalla Direzione Generale per l'attività ispettiva del Ministero del Lavoro. Inoltre, per il personale già formato, addestrato e qualificato come idoneo ad effettuare lavori elettrici si precisa tipologia sotto tensione, la Nuova Norma CEI 11-27 2014 specifica che "la validità dell'autorizzazione al lavoro sotto tensione deve essere rivista ogni qual volta è necessario in accordo con il livello di idoneità della persona interessata. E' comunque buona norma riesaminare l'idoneità ai lavori elettrici in tensione con cadenza annuale".
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI SEMOVENTI CON CONDUCENTE A BORDO - FORMAZIONE AI SENSI DELL'ACCORDO 22/02/2012 - 8 NOVEMBRE 2017
FINALITA' L'accordo Stato Regioni 22 Febbraio 2012 sancisce l'obbligo del Datore di Lavoro di aggiornare la formazione (condotta in data precedente al 12 Marzo 2013 e non rispondente pienamente ai requisiti dell'accordo medesimo) dei lavoratori addetti alla conduzione di carrelli elevatori semoventi al fine di poter conservarne l'"Abilitazione".
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PIATTAFORME MOBILI ELEVABILI SENZA STABILIZZATORI - FORMAZIONE AI SENSI DELL'ACCORDO 22/02/2012 - 14 DICEMBRE 2017
FINALITA' Le normative in materia di sicurezza e salubrità nei luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08), sanciscono l'obbligo del datore di lavoro di aggiornare la formazione dei lavoratori sui rischi derivanti dall'utilizzo delle attrezzature di lavoro. Per le lavorazioni che espongono a determinati rischi è necessario aggiornare la formazione degli addetti al fine di continuare a metterli nelle condizioni di operare con consapevolezza, e ciò per ridurre i rischi aziendali e per evitare pesanti sanzioni penali ed amministrative che vengono comminate agli inadempienti, sia che si tratti di datori di lavoro, sia che si tratti di lavoratori.
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER RSPP/ASPP - ESPLOSIONI DI GAS - MODULO B COMUNE-20 NOVEMBRE 2017
FINALITA' L'utilizzo in sicurezza di gas e vapori nell'industria di processo deve tenere conto dei rischi che la combinazione delle proprietà fisico-chimiche delle sostanze e di eventuali fonti di innesco presenti durante le lavorazioni possono produrre. Il corso illustra i dati necessari per caratterizzare le proprietà esplosive di una sostanza e le possibili sorgenti di innesco con cui gas e vapori possono combinarsi, tenendo conto delle apparecchiature e delle operazioni in cui le sostanze vengono maneggiate.
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER RSPP/ASPP - ESPLOSIONI DI POLVERI - MODULO B COMUNE - FORMAZIONE AI SENSI DEL D.LGS 81/08 E DELL'ACCORDO 07/07/2016 - 27 NOVEMBRE 2017
FINALITA' Il fenomeno delle esplosioni di polveri è stato studiato e spiegato in modo sistematico solo a partire dagli anni 70 del secolo scorso, e tuttora molti tecnici che lavorano nell'industria ignorano che sostanze e materiali apparentemente innocui come farine, zucchero, polvere di metalli, polveri plastiche e sostanze organiche di vario tipo possono esplodere. Il corso spiega perché questo può accadere ed in quali condizioni, illustra quali sono i dati sperimentali necessari a caratterizzare le proprietà esplosive di una polvere, prende in considerazione le apparecchiature e le operazioni in cui le sostanze sono presenti, aiuta a valutare le possibili fonti di innesco e presenta gli interventi tecnici e gestionali per prevenirle.
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER RSPP/ASPP E FORMATORI PER LA SICUREZZA - IMPLEMENTARE IN AZIENDA UN SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA: LA NORMA BS OHSAS 18001 - MODULO B COMUNE-OTTOBRE E NOVEMBRE 2017
FINALITA' Il corso è indirizzato alle aziende che intendono avviare un SGS e ad aziende già dotate di un SGS che intendono formare nuovi operatori e auditor. Il corso si propone di fornire la preparazione di base per l'organizzazione e la gestione di un SGS.
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER RSPP/ASPP E FORMATORI PER LA SICUREZZA - RESPONSABILITÀ PENALI E SOCIETARIE IN TEMA DI SICUREZZA SUL LAVORO. COSA È CAMBIATO DOPO LA SENTENZA THYSSENKRUPP ALLA LUCE DELLE SENTENZE DI APPELLO E DI CASSAZIONE - 20 OTTOBRE 2017
FINALITA' Le vicende penali connesse al tragico evento occorso nello stabilimento di Torino della ThyssenKrupp S.p.A. il 5 dicembre 2007 hanno trovato definitiva risoluzione con la sentenza della Corte d'Appello di Torino del 29 maggio 2015. Tale pronuncia è intervenuta a seguito della sentenza di parziale rinvio emessa dalle sezioni Unite della Corte di Cassazione in data 24 aprile 2014. E' proprio la pronuncia della Suprema Corte, articolata in diversi paragrafi, che fissa e riassume in modo emblematico il costante indirizzo della Suprema Corte verso molti aspetti inerenti la tematica della sicurezza e degli incidenti sul lavoro. Appare, dunque, di indubbia utilità procedere alla disanima della sentenza delle Sezioni Unite evidenziando i principi che più interessano l'imprenditore responsabile. Saranno, anche, ricordati e commentati tutti quei principi di prevenzione cristallizzati nella normativa e nella giurisprudenza cui l'imprenditore responsabile non deve derogare. In sintesi, la giornata intende offrire spunti di riflessione e approfondimento su temi rilevanti per l'imprenditore in un'ottica di obiettività mettendo al bando sia l'inammissibile superficialità sia le inopportune interpretazioni terroristiche e fuorvianti.
CORSO DI FORMAZIONE AGGIUNTIVA PER PREPOSTI - (8 ORE + TEST) - FORMAZIONE AI SENSI DEL D.LGS 81/08 E DELL'ACCORDO 21/12/2011 -20 E 27 OTTOBRE 2017
FINALITA' La formazione del preposto, così come definito dall'articolo 2, comma 1, lettera e), del D.Lgs, n. 81/08, deve comprendere quella per i lavoratori, e deve essere integrata da una formazione particolare, in relazione ai compiti da lui esercitati in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Al termine del percorso formativo, previa frequenza di almeno il 90% delle ore di formazione, verrà effettuata una prova di verifica obbligatoria da effettuarsi con colloquio o test, in alternativa tra loro. Tale prova è finalizzata a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e le competenze tecnico-professionali acquisite in base ai contenuti del percorso formativo.
CORSO DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER LAVORATORI IN MATERIA DI SICUREZZA - MODULO GENERALE - 30 OTTOBRE 2017
La Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni con l'Accordo del 21 dicembre 2011 ha fissato i criteri per la formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza per i lavoratori. La norma definisce un modulo di formazione generale della durata non inferiore alle 4 ore. Prima dell'effettuazione del corso si ricorda alle aziende partecipanti di informarsi presso le Associazioni di categoria di riferimento sulle modalità con le quali richiedere la collaborazione agli Organismi Paritetici. Per le aziende associate a Confindustria Bergamo l'Organismo Paritetico di riferimento è l'Organismo Paritetico Provinciale Confindustria Bergamo, CGIL, CISL e UIL - www.oppbergamo.it
CORSO DI FORMAZIONE PER RSPP - MODULO C (24 ORE + VERIFICA) - FORMAZIONE AI SENSI DEL D.LGS 81/08 E DELL'ACCORDO 07/07/2016 - 9,14 E 17 NOVEMBRE 2017
FINALITA' Modulo C è il corso di specializzazione per le sole funzioni di RSPP. ll modulo C deve consentire ai responsabili dei servizi di prevenzione e protezione di acquisire Ie conoscenze/abilita relazionali e gestionali per: o progettare e gestire processi formativi in riferimento al contesto lavorativo e alla valutazione dei rischi, anche per la diffusione della cultura alla salute e sicurezza e del benessere organizzativo o pianificare, gestire e controllare le misure tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza aziendali attraverso sistemi di gestione della sicurezza o utilizzare forme di comunicazione adeguate a favorire la partecipazione e la collaborazione dei vari soggetti del sistema Il modulo C, per essere frequentato, necessita dell'idoneità del modulo A. Al termine del percorso formativo è prevista la verifica sulle nozioni acquisite in aula. L'esito positivo della verifica e una presenza pari almeno al 90% del monte ore consentiranno il rilascio dell'attestato di frequenza con verifica dell'apprendimento. La frequenza del modulo C costituisce credito formativo permanente.
CORSO DI FORMAZIONE PER RSPP/ASPP - MODULO B DI SPECIALIZZAZIONE (SP4 ATTIVITÀ CHIMICA E PETROLCHIMICA PER CODICE ATECO 2007 C - ATTIVITÀ MANIFATTURIERE - 14 E 19 DICEMBRE 2017
FINALITA' Il corso ha l'obiettivo di fornire le competenze specialistiche per lo svolgimento della funzione di RSPP e ASPP nei settori delle attività chimica e petrolchimica
CORSO DI FORMAZIONE PER RSPP/ASPP - MODULO COMUNE B (48 ORE + VERIFICA) - OTTOBRE, NOVEMBRE E DICEMBRE 2017
FINALITA' ll Modulo B comune è esaustivo per tutti i settori produttivi ad eccezione di quattro per i quali il percorso deve essere integrato con la frequenza dei moduli di specializzazione relativi a settore agricoltura pesca (modulo B - SP1), settore cave e costruzioni (modulo B - SP2), settore sanità residenziale (modulo B - SP3), settore chimico/petrolchimico (modulo B - SP4). Si ricorda che il Modulo B comune é propedeutico per l'accesso ai moduli di specializzazione. ll Modulo B deve consentire ai responsabili e agli addetti dei servizi di prevenzione e protezione di acquisire le conoscenze/abilità per: - individuare i pericoli e valutare i rischi presenti negli ambienti di lavoro del comparto compresi i rischi ergonomici e stress lavoro-correlato - individuare le misure di prevenzione e protezione presenti negli specifici comparti, compresi i DPI, in riferimento alla specifica natura del rischio e dell'attività lavorativa - contribuire ad individuare adeguate soluzioni tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza per ogni tipologia di rischio Il modulo B, per essere frequentato, necessita dell'idoneità del modulo A. Al termine del percorso formativo è prevista la verifica sulle nozioni acquisite in aula. L'esito positivo della verifica e una presenza pari almeno al 90% del monte ore consentiranno il rilascio dell'attestato di frequenza con verifica dell'apprendimento.
CORSO DI FORMAZIONE TEORICO-PRATICO PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PIATTAFORME MOBILI ELEVABILI CON E SENZA STABILIZZATORI - FORMAZIONE AI SENSI DELL'ACCORDO 22/02/2012 - 14 E 15 NOVEMBRE 2017
FINALITA' L'Accordo tra Stato, Regioni e le Province Autonome del 22 febbraio 2012 definisce la necessità di formare gli operatori addetti all'utilizzo delle "attrezzature" di lavoro, in ottemperanza a quanto stabilito dall'art. 73 comma 5 del D.Lgs. 81/08 e successive modifiche. Per le lavorazioni che espongono a determinati rischi, sia i lavoratori interessati che altre persone, è necessario effettuare la formazione agli addetti al fine di metterli nelle condizioni di operare con consapevolezza, e ciò per ridurre i rischi aziendali e per evitare pesanti sanzioni penali ed amministrative che vengono comminate agli inadempienti, sia che si tratti di datori di lavoro, sia che si tratti di lavoratori. Tra le attrezzature che spesso sono adoperate dalle maestranze per effettuare lavori ad una certa altezza rientrano le piattaforme mobili elevabili, di solito impiegate per effettuare lavori in quota (installazione e/o manutenzione di linee elettriche, installazione di grondaie, pulizia di vetri esterni, taglio di rami di piante, ecc.). Il corso si prefigge di sensibilizzare i tecnici e le maestranze sui rischi ed i pericoli che corrono quando, per eseguire lavorazioni ad una certa altezza, operano con le piattaforme mobili elevabili; portare a loro conoscenza i diritti ed i doveri che incombono sugli stessi e renderli consapevoli sulle norme di buona tecnica per effettuare, in sicurezza, le operazioni predette.
CORSO PER ADDETTI AI LAVORI ELETTRICI - PARTE TEORICHE (LIVELLI 1A E 2A DELLA NORMA CEI 11-27 QUARTA EDIZIONE) E PARTE PRATICA (LIVELLI 1B E 2B DELLA NORMA CEI 11-27 QUARTA EDIZIONE) 15,16 E 17 NOVEMBRE 2017
FINALITA' La norma CEI 11-27 individua i requisiti minimi di formazione, in termini di conoscenze tecniche, di normative e di sicurezza, nonché di capacità organizzative e d'esecuzione pratica di attività nei "lavori elettrici", che consentono di acquisire, sviluppare e mantenere la capacità delle "persone esperte in ambito elettrico" (PES), "persone avvertite in ambito elettrico" (PAV) e di quelle "idonee ad effettuare in sicurezza lavori sugli impianti elettrici sotto tensione" in BASSA TENSIONE (Categorie 0 e I). Successivamente al percorso di formazione di seguito descritto i partecipanti potranno essere qualificati per le funzioni sopra illustrate dal proprio datore di lavoro, sulla scorta anche degli altri elementi in suo possesso relativi alle specifiche persone. Il corso, per un più consapevole affidamento dei compiti sopra descritti, in particolar modo relativi all'idoneità e all'effettuazione di lavori sotto tensione (BASSA TENSIONE) comprende anche la formazione relativa alle conoscenze pratiche di livello 1B e 2B ex Norma CEI 11-27 Quarta Edizione.
CORSO PER INCARICATI DEL PRIMO SOCCORSO - AGGIORNAMENTO - AZIENDE GRUPPO A* (6 ORE) E AZIENDE GRUPPI B E C (4 ORE) - D.LGS 81/08 E D.M. 388/2003 - 28 NOVEMBRE E 5 DICEMBRE 2017
FINALITA' *A tale proposito riportiamo la classificazione delle aziende: GRUPPO A ¢ Aziende o attività produttive con attività industriali soggette all'obbligo di dichiarazione o notifica ex art. 2 D.Lgs 334/1999; centrali termoelettriche; impianti e laboratori nucleari; aziende estrattive o attività minerarie; lavori in sotterraneo; aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri, munizioni. ¢ Aziende o attività produttive con più di cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro ¢ Aziende o attività produttive con più di cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell'agricoltura GRUPPO B ¢ Aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel GRUPPO A GRUPPO C ¢ Aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel GRUPPO A Con il D.M. 15 luglio 2003 n. 388 sono definiti i contenuti della formazione degli addetti al Primo Soccorso, in vigore dal 3 agosto 2004. La legge prevede, infatti, che ogni tre anni siano svolti corsi di quattro ore (GRUPPI B e C) o corsi di sei ore (GRUPPO A), a indirizzo prevalentemente pratico, per gli addetti al primo soccorso già formati.
CORSO PER INCARICATI DEL PRIMO SOCCORSO - AZIENDE GRUPPO A* (16 ORE) E AZIENDE GRUPPI B E C (12 ORE) - D.LGS 81/08 E D.M. 388/2003 - OTTOBRE E NOVEMBRE 2017
FINALITA' *A tale proposito riportiamo la classificazione delle aziende: GRUPPO A ¢ Aziende o attività produttive con attività industriali soggette all'obbligo di dichiarazione o notifica ex art. 2 D.Lgs 334/1999; centrali termoelettriche; impianti e laboratori nucleari; aziende estrattive o attività minerarie; lavori in sotterraneo; aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri, munizioni. ¢ Aziende o attività produttive con più di cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro ¢ Aziende o attività produttive con più di cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell'agricoltura GRUPPO B ¢ Aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel GRUPPO A GRUPPO C ¢ Aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel GRUPPO A Con il D.M. 15 luglio 2003 n. 388 sono definiti i contenuti della formazione degli addetti al Primo Soccorso, in vigore dal 3 agosto 2004. I contenuti dei corsi di formazione si differenziano in funzione della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori e dei fattori di rischio presenti nelle aziende o unità produttive
CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA - AGGIORNAMENTO 4/8H - 22 NOVEMBRE 2017
FINALITA' Il percorso formativo ha come finalità quella di sviluppare un pensiero sulla formazione come opportunità per mettere in moto cambiamenti nei pensieri e nei comportamenti delle persone, nei modelli organizzativi. Una formazione che sia risposta agli obblighi legislativi, ma che sviluppi anche obiettivi e progetti definiti in azienda.
FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER LAVORATORI IN MATERIA DI SICUREZZA - RISCHIO BASSO 27 NOVEMBRE 2017
FINALITA' La Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni con l'Accordo del 21 dicembre 2011 ha fissato i criteri per la formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza per i lavoratori. La norma definisce che la durata della formazione sui rischi specifici varia in funzione della classificazione dell'azienda e del ruolo del lavoratore. Prima dell'effettuazione del corso si ricorda alle aziende partecipanti di informarsi presso le Associazioni di categoria di riferimento sulle modalità con le quali richiedere la collaborazione agli Organismi Paritetici. Per le aziende associate a Confindustria Bergamo l'Organismo Paritetico di riferimento è l'Organismo Paritetico Provinciale Confindustria Bergamo, CGIL, CISL e UIL - www.oppbergamo.it Al termine del percorso formativo, previa frequenza di almeno il 90% delle ore di formazione, verrà effettuata una prova di verifica obbligatoria da effettuarsi con colloquio o test, in alternativa tra loro. Tale prova è finalizzata a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e le competenze tecnico-professionali acquisite in base ai contenuti del percorso formativo.
Sistemi Formativi Aziendali srl - Via Madonna della Neve, 27 - P.iva 02889200164