Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Unindustria
Login
Sistemi di Gestione

Sistemi di Gestione

Tutti i corsi

 CERCA PER TITOLO     
APPROCCI DI RISK MANAGEMENT IN CAMPO AMBIENTALE - 5 - 7 MAGGIO 2020
FINALITA' La legislazione ambientale del nostro Paese è molto complessa sia per la varietà dei temi trattati che per la sua difficile lettura ed interpretazione dovuta alla stratificazione nel corso degli anni di disposizioni normative non sempre coordinate tra loro. Il testo normativo principale a cui fare riferimento è il D.Lgs, 152/2006 ma su questo provvedimento si innestano una serie di disposizioni sia precedenti che successive che non possono essere ignorate. Il corso non ha l'obbiettivo di approfondire in modo esaustivo tutti i temi trattati ma si propone di realizzare una panoramica della legislazione ambientale applicabile alle imprese. Lo scopo è quello di fornire un utile orientamento agli operatori interessati dal quale poi effettuare gli eventuali approfondimenti di dettaglio necessari. Il corso è progettato sia per chi si deve occupare ex novo della materia , sia per chi se ne occupa da tempo ma ha necessità di verificare che la gestione aziendale governi tutti i temi necessari.
APQP E PIANO DI CONTROLLO PER LE INDUSTRIE DELLA SUPPLY CHAIN AUTOMOTIVE - 11 MAGGIO 2020
FINALITÀ Imparare a gestire, documentare in accordo al processo denominato APQP (Advanced Product Quality Process), richiesto nello schema automotive, i nuovi prodotti e le modifiche ai prodotti.
AUDITOR INTERNO PER LA ISO 14001:2019 - 15 - 16 OTTOBRE 2020
Valido come Aggiornamento per RSPP/ASPP e Formatori per la Sicurezza (D.lgs 81/08 e Accordo 07/07/2016) FINALITA' La norma ISO 14001:2015, pubblicata nel settembre 2015, rappresenta oggi il punto di riferimento normativo per le aziende che desiderino dotarsi di un Sistema di Gestione Ambientale. Il punto norma 9.2 Audit interni prevede che l'organizzazione conduca ad intervalli pianificati, audit interni allo scopo di fornire informazioni per accertare se il sistema di gestione ambientale è conforme ai requisiti propri dell'organizzazione per il proprio sistema di gestione ambientale e ai requisiti della norma ISO 14001:2015, ed efficacemente attuato e manutenuto.
AUDITOR INTERNO PER LA ISO 45001:2018 - 17 - 22 GIUGNO 2020
Valido come Aggiornamento per RSPP/ASPP e Formatori per la Sicurezza (D.lgs 81/08 e Accordo 07/07/2016) FINALITA' La norma ISO 45001:2018, pubblicata il 12 marzo 2018, rappresenta oggi il punto di riferimento normativo per le aziende che desiderino dotarsi di un Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza Sul Lavoro; lo Standard si integra agevolmente con gli altri sistemi di gestione ISO in quanto segue la stessa struttura - testo principale, termini e definizioni - e condivide la High Level Structure (HSL) prevista dall'Annex SL di ISO. Il punto norma 9.2 Audit interni prevede che l'organizzazione conduca ad intervalli pianificati, audit interni allo scopo di fornire informazioni per accertare se il sistema di gestione per la SSL è: a) Conforme: " Ai requisiti propri dell'organizzazione per il proprio sistema di gestione per la SSL, compresa la Politica e gli obiettivi per a SSL " Ai requisiti della norma ISO 45001:2018 b) Efficacemente attuato e manutenuto.
AUDITOR INTERNO PER UN SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ IN ACCORDO CON LA NORMA 19011 - MAGGIO - GIUGNO 2020
FINALITA' L'obiettivo del corso è quello di fornire le conoscenze adeguate per condurre un audit interno in piena autonomia nel rispetto dei requisiti della norma UNI EN ISO 9001 (ed in accordo con la normativa UNI EN ISO 19011:2018). Nello specifico la partecipazione al corso permette di: " Acquisire le nozioni di base per la programmazione, la pianificazione e l'esecuzione degli audit interni con una particolare attenzione all'analisi dei rischi e alla verifica dell'efficacia del sistema; " Approfondire principi della ISO 9001:2015 in relazione alle attività di audit ed i requisiti da monitorare affinchè il Sistema di Gestione per la Qualità applicato in azienda consenta di raggiungere gli obiettivi definiti; Al termine del corso è prevista una prova finale per testare l'apprendimento dei contenuti illustrati.
AUDITOR INTERNO PER UN SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ IN ACCORDO CON LA NORMA 19011 - NOVEMBRE - DICEMBRE 2020
FINALITA' L'obiettivo del corso è quello di fornire le conoscenze adeguate per condurre un audit interno in piena autonomia nel rispetto dei requisiti della norma UNI EN ISO 9001 (ed in accordo con la normativa UNI EN ISO 19011:2018). Nello specifico la partecipazione al corso permette di: " Acquisire le nozioni di base per la programmazione, la pianificazione e l'esecuzione degli audit interni con una particolare attenzione all'analisi dei rischi e alla verifica dell'efficacia del sistema; " Approfondire principi della ISO 9001:2015 in relazione alle attività di audit ed i requisiti da monitorare affinchè il Sistema di Gestione per la Qualità applicato in azienda consenta di raggiungere gli obiettivi definiti; Al termine del corso è prevista una prova finale per testare l'apprendimento dei contenuti illustrati.
COME AFFRONTARE LE EMERGENZE CHE DERIVANO DAI CAMBIAMENTI CLIMATICI? STRUMENTI ED INTERVENTI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI RISCHI - 9 GIUGNO 2020
FINALITA' Il corso si pone l'obiettivo di presentare una rassegna dei principali rischi derivanti dai cambiamenti climatici e di fornire ai partecipanti strumenti operativi di gestione e di prevenzione.
CONCETTI BASE DELLA NORMA UNI ISO 9001:2015 - 12 MAGGIO 2020
FINALITÀ Il corso ha come obiettivo l'ottenimento delle informazioni circa la norma 9001 in modo da capire quanto i requisiti in essa contenuti riguardino tutta l'azienda e non solo i processi di produzione ("controllo qualità") come spesso si crede oltre che chiarire che la stessa norma non impone l'introduzione di documentazione che appesantisce le attività organizzative ma al contrario da le indicazioni per ottimizzare lo svolgimento di queste ultime. La formazione verterà quindi sui concetti ciò che stanno alla base della norma senza entrare nel merito dei singoli requisiti prendendo in considerazione i principi, l'approcci per processi ed il risk based thinking che sono il cuore della norma stessa. Si specifica che, chi necessiti invece una più approfondita conoscenza della norma e dei suoi specifici requisiti può partecipare al corso "Conoscere la Norma UNI ISO 9001:2015 per una efficace applicazione del sistema di gestione per la qualità in azienda" della durata di 24 ore.
CONCETTI BASE DELLA NORMA UNI ISO 9001:2015 - 20 OTTOBRE 2020
FINALITÀ Il corso ha come obiettivo l'ottenimento delle informazioni circa la norma 9001 in modo da capire quanto i requisiti in essa contenuti riguardino tutta l'azienda e non solo i processi di produzione ("controllo qualità") come spesso si crede oltre che chiarire che la stessa norma non impone l'introduzione di documentazione che appesantisce le attività organizzative ma al contrario da le indicazioni per ottimizzare lo svolgimento di queste ultime. La formazione verterà quindi sui concetti ciò che stanno alla base della norma senza entrare nel merito dei singoli requisiti prendendo in considerazione i principi, l'approcci per processi ed il risk based thinking che sono il cuore della norma stessa. Si specifica che, chi necessiti invece una più approfondita conoscenza della norma e dei suoi specifici requisiti può partecipare al corso "Conoscere la Norma UNI ISO 9001:2015 per una efficace applicazione del sistema di gestione per la qualità in azienda" della durata di 24 ore.
CONOSCERE LA NORMA UNI EN ISO 9001:2015 PER UNA EFFICACE APPLICAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ IN AZIENDA - FEBBRAIO - MARZO 2020
FINALITA' Il corso ha l'obiettivo di far acquisire ai Partecipanti la conoscenza della Norma ISO 9001:2015, i requisiti in essa contenuti e le sue applicazioni pratiche in azienda al fine di: " sviluppare una consapevolezza dei principi che stanno alla base dei sistemi di gestione per la qualità, (sistemi che talvolta vengono erroneamente "ridotti" al semplice controllo qualità applicato a livello produttivo) " aumentare l'efficacia dell'applicazione del proprio sistema in azienda A tale scopo, durante lo svolgimento del corso, si porterà a conoscenza dei partecipanti l'utilizzo di strumenti metodologici e documentali per l'implementazione/mantenimento di un sistema di gestione per la qualità efficace
CONOSCERE LA NORMA UNI EN ISO 9001:2015 PER UNA EFFICACE APPLICAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ IN AZIENDA - SETTEMBRE - OTTOBRE 2020
FINALITA' Il corso ha l'obiettivo di far acquisire ai Partecipanti la conoscenza della Norma ISO 9001:2015, i requisiti in essa contenuti e le sue applicazioni pratiche in azienda al fine di: " sviluppare una consapevolezza dei principi che stanno alla base dei sistemi di gestione per la qualità, (sistemi che talvolta vengono erroneamente "ridotti" al semplice controllo qualità applicato a livello produttivo) " aumentare l'efficacia dell'applicazione del proprio sistema in azienda A tale scopo, durante lo svolgimento del corso, si porterà a conoscenza dei partecipanti l'utilizzo di strumenti metodologici e documentali per l'implementazione/mantenimento di un sistema di gestione per la qualità efficace.
CORSO: REACH: COME CONOSCERLO, COME GESTIRLO - 27 GENNAIO 2020
FINALITÀ La sigla REACH è l'acronimo di "Registration, Evaluation and Authorization of Chemicals", elementi fondamentali del Regolamento Europeo n° 1907/2006 che è in vigore su tutto il territorio dell'Unione Europea dal 1° giugno 2007. Il Regolamento prevede un complesso sistema integrato di registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche, con obblighi differenziati per singole categorie di soggetti e scadenze diverse a seconda del tonnellaggio delle sostanze coinvolte. Il principale obiettivo di tale regolamento è l'innalzamento del livello di protezione per la salute umana e per l'ambiente connesso alla fabbricazione e manipolazione di Chemicals. In questi anni REACH ha profondamente modificato e, a volte, innovato il meccanismo di diffusione delle informazioni tossicologiche delle sostanze; sia in quanto tali che in quanto contenute in prodotti e manufatti di qualsiasi tipo. Di particolare importanza sono le implicazioni del Regolamento REACH nell'ambito della normativa vigente in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e sulla disciplina delle Schede di Sicurezza (Regolamento CLP) ma anche in materia di classificazione dei rifiuti o in materia di Rischi di Incidenti Rilevanti. Il corso non si propone di approfondire tutti i campi che hanno subito l'influsso di Reach e che sono governati da normative ad hoc ma si focalizzerà sugli adempimenti primari di REACH per tutti i soggetti coinvolti, dai Produttori di Chemicals agli Utilizzatori a valle di Preparati e di Articoli, allo scopo di dare una panoramica dei temi che la gestione aziendale deve governare e delle interconnessioni tra gli stessi. Un'efficiente gestione aziendale del tema non solo consentirà all'azienda di rispettare gli obblighi ma anche di valutare opportunamente le ricadute su normative specifiche (igiene del lavoro, rifiuti, Seveso) e di rispondere adeguatamente alle richieste dei propri clienti che in materia di REACH risultano in taluni casi davvero pressanti.
DATAPROTECTION COME NUOVA AREA DI RISCHIO PER LA GOVERNANCE DELL'AZIENDA - 12 NOVEMBRE 2020
FINALITA' Il corso si propone di evidenziare i rischi per il business derivanti dal trattamento dei dati nei diversi processi aziendali. Dopo aver individuato le funzioni e le responsabilità dei professionisti delegati alla gestione, sarà presentata una rassegna degli eventi che potrebbero causare la compromissione o la perdita di dati e le corrette procedure da avviare in caso di incidente.
I SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ, I KPI (KEY PERFORMANCE INDICATOR) E LA MISURAZIONE DELLE PERFORMANCE AZIENDALI AL FINE DEL MIGLIORAMENTO - 6 FEBBRAIO 2020
FINALITA' Il corso ha lo scopo di fornire linee guida su come impostare un sistema di indicatori che possa essere di supporto alla gestione dell'organizzazione e al miglioramento delle prestazioni aziendali, soprattutto in quelle aziende in cui viene applicato un SGQ.
I SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ, I KPI (KEY PERFORMANCE INDICATOR) E LA MISURAZIONE DELLE PERFORMANCE AZIENDALI AL FINE DEL MIGLIORAMENTO - 15 SETTEMBRE 2020
FINALITA' Il corso ha lo scopo di fornire linee guida su come impostare un sistema di indicatori che possa essere di supporto alla gestione dell'organizzazione e al miglioramento delle prestazioni aziendali, soprattutto in quelle aziende in cui viene applicato un SGQ.
IL CONTESTO DELL'ORGANIZZAZIONE E LE PARTI INTERESSATE RILEVANTI SECONDO LA NORMA ISO 9001:2015 - 11 FEBBRAIO 2020
FINALITA' La nuova edizione della norma 9001:2015 richiede in modo più esplicito rispetto alla precedente che l'implementazione e l'attuazione di un SGQ sia strettamente legata al contesto in cui è inserita l'organizzazione. Tale analisi è importante al fine di garantire la sostenibilità di quest'ultima identificando rischi ed opportunità inseriti nel contesto, anche legati ai bisogni e aspettative delle parti interessate interne ed esterne rilevanti per l'organizzazione. I risultati dell'analisi dovranno fornire all'organizzazione le basi per agevolare il raggiungimento degli obiettivi aziendali ed è quindi importante individuare chi dovrà svolgere tali attività e quali strumenti dovrà utilizzare. L'obiettivo del corso è proprio quello di capire come, nella pratica, sia possibile effettuare l'identificazione, il monitoraggio e il riesame dei fattori del contesto ai fini di renderne fruibili i risultati come un reale valore aggiunto per l'azienda e non solo creare un ulteriore "modulo inutile" in cui registrare dei dati che non serviranno per un vero miglioramento aziendale.
IL CONTESTO DELL'ORGANIZZAZIONE E LE PARTI INTERESSATE RILEVANTI SECONDO LA NORMA ISO 9001:2015 - 16 OTTOBRE 2020
FINALITA' La nuova edizione della norma 9001:2015 richiede in modo più esplicito rispetto alla precedente che l'implementazione e l'attuazione di un SGQ sia strettamente legata al contesto in cui è inserita l'organizzazione. Tale analisi è importante al fine di garantire la sostenibilità di quest'ultima identificando rischi ed opportunità inseriti nel contesto, anche legati ai bisogni e aspettative delle parti interessate interne ed esterne rilevanti per l'organizzazione. I risultati dell'analisi dovranno fornire all'organizzazione le basi per agevolare il raggiungimento degli obiettivi aziendali ed è quindi importante individuare chi dovrà svolgere tali attività e quali strumenti dovrà utilizzare. L'obiettivo del corso è proprio quello di capire come, nella pratica, sia possibile effettuare l'identificazione, il monitoraggio e il riesame dei fattori del contesto ai fini di renderne fruibili i risultati come un reale valore aggiunto per l'azienda e non solo creare un ulteriore "modulo inutile" in cui registrare dei dati che non serviranno per un vero miglioramento aziendale.
IL CONTESTO DELL'ORGANIZZAZIONE E LE PARTI INTERESSATE RILEVANTI SECONDO LA NORMA ISO 9001:2015 - 21 DICEMBRE 2020
FINALITA' La nuova edizione della norma 9001:2015 richiede in modo più esplicito rispetto alla precedente che l'implementazione e l'attuazione di un SGQ sia strettamente legata al contesto in cui è inserita l'organizzazione. Tale analisi è importante al fine di garantire la sostenibilità di quest'ultima identificando rischi ed opportunità inseriti nel contesto, anche legati ai bisogni e aspettative delle parti interessate interne ed esterne rilevanti per l'organizzazione. I risultati dell'analisi dovranno fornire all'organizzazione le basi per agevolare il raggiungimento degli obiettivi aziendali ed è quindi importante individuare chi dovrà svolgere tali attività e quali strumenti dovrà utilizzare. L'obiettivo del corso è proprio quello di capire come, nella pratica, sia possibile effettuare l'identificazione, il monitoraggio e il riesame dei fattori del contesto ai fini di renderne fruibili i risultati come un reale valore aggiunto per l'azienda e non solo creare un ulteriore "modulo inutile" in cui registrare dei dati che non serviranno per un vero miglioramento aziendale.
ISO 19443:2019 REQUISITI PER LA QUALITÀ NEL SETTORE NUCLEARE - 28 FEBBRAIO 2020
FINALITA' Creare, implementare, manutenere un sistema qualità conforme alla normativa del settore nucleare, nel modo più semplice, snello ed efficace.
LA GESTIONE DEI RECLAMI ATTRAVERSO LA NORMA UNI ISO 10002:2015 - LINEE GUIDA PER IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI NELLE ORGANIZZAZIONI - 14 DICEMBRE 2020
FINALITA' L'obiettivo del corso è quello di approfondire il processo di gestione del reclamo al fine di creare in azienda le capacità per trasformare l'insoddisfazione del cliente in un'opportunità di miglioramento. La linea guida oggetto della trattazione (il cui titolo completo è UNI ISO 10002:2015 "Gestione per la qualità - Soddisfazione del cliente - Linee guida per il trattamento dei reclami nelle organizzazioni"), offre indicazioni pratiche affinché l'ascolto del cliente permetta di colmare le carenze evidenziate, grazie a risposte tempestive e sistematiche, migliorando le proprie prestazioni. Una efficace gestione dei reclami, infatti, aumenta le capacità dell'organizzazione di agire positivamente sulla fidelizzazione del cliente. Tra l'altro, l'utilizzo delle norme della serie 10000, è anche suggerito nella nuova edizione della norma 9001:2015 ai fini di una maggiore efficacia nell'applicazione del proprio sistema di gestione per la qualità.
LA GESTIONE DEI RECLAMI ATTRAVERSO LA NORMA UNI ISO 10002:2015 - LINEE GUIDA PER IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI NELLE ORGANIZZAZIONI - 6 APRILE 2020
FINALITA' L'obiettivo del corso è quello di approfondire il processo di gestione del reclamo al fine di creare in azienda le capacità per trasformare l'insoddisfazione del cliente in un'opportunità di miglioramento. La linea guida oggetto della trattazione (il cui titolo completo è UNI ISO 10002:2015 "Gestione per la qualità - Soddisfazione del cliente - Linee guida per il trattamento dei reclami nelle organizzazioni"), offre indicazioni pratiche affinché l'ascolto del cliente permetta di colmare le carenze evidenziate, grazie a risposte tempestive e sistematiche, migliorando le proprie prestazioni. Una efficace gestione dei reclami, infatti, aumenta le capacità dell'organizzazione di agire positivamente sulla fidelizzazione del cliente. Tra l'altro, l'utilizzo delle norme della serie 10000, è anche suggerito nella nuova edizione della norma 9001:2015 ai fini di una maggiore efficacia nell'applicazione del proprio sistema di gestione per la qualità.
LA NORMA API SPEC.Q1 - 29 MAGGIO 2020
FINALITÀ Creare, implementare, manutenere un sistema qualità conforme alla specifica API Q1 utilizzata nel settore Oil & Gas. Ottenere la qualifica API Q1 da parte di clienti e main-contractor della supply chain Oil & Gas.
LA NORMA IATF 16949:2016 (SETTORE AUTOMOTIVE INTERNAZIONALE) - 6 NOVEMBRE 2020
FINALITÀ Creare, implementare, manutenere un sistema qualità conforme alla normativa Automotive, nel modo più semplice, snello ed efficace.
LA NORMA UNI ISO 19011:2018 "LINEE GUIDA PER GLI AUDIT DEI SISTEMI DI GESTIONE": I PRINCIPALI CAMBIAMENTI RISPETTO ALLA PRECEDENTE EDIZIONE - 28 OTTOBRE 2020
FINALITA' L'obiettivo del corso è quello di fornire le informazioni circa le principali modifiche introdotte dalla recente edizione della norma UNI ISO 19011:2018 nell'ottica della struttura HLS richiesta per i sistemi di gestioni. Si parlerà quindi di approccio basato sul rischio come principio alla base dell'attività di audit oltre che per la programmazione di quest'ultima. Si sottolineerà l'importanza di un approccio di audit orientato alla verifica delle prestazioni del sistema di gestione e non alla sola verifica di "conformità". Si indicheranno inoltre tutte le altre principali modifiche che hanno riguardato la nuova edizione della norma tra cui ad esempio l'ampliamento di quella che ora è l'appendice A.
LA NORMA UNI ISO 19011:2018 "LINEE GUIDA PER GLI AUDIT DEI SISTEMI DI GESTIONE": I PRINCIPALI CAMBIAMENTI RISPETTO ALLA PRECEDENTE EDIZIONE - 4 MAGGIO 2020
FINALITA' L'obiettivo del corso è quello di fornire le informazioni circa le principali modifiche introdotte dalla recente edizione della norma UNI ISO 19011:2018 nell'ottica della struttura HLS richiesta per i sistemi di gestioni. Si parlerà quindi di approccio basato sul rischio come principio alla base dell'attività di audit oltre che per la programmazione di quest'ultima. Si sottolineerà l'importanza di un approccio di audit orientato alla verifica delle prestazioni del sistema di gestione e non alla sola verifica di "conformità". Si indicheranno inoltre tutte le altre principali modifiche che hanno riguardato la nuova edizione della norma tra cui ad esempio l'ampliamento di quella che ora è l'appendice A.
LA NORMA VDA 6.3 - 2016 (PER L'AUTOMOTIVE TEDESCO) - 12 OTTOBRE 2020
FINALITÀ Creare, implementare, manutenere un sistema qualità conforme alla normativa Automotive usata e richiesta dai costruttori tedeschi, nel modo più semplice, snello ed efficace. Ottenere la qualificazione VDA 6.3 da parte dei costruttori tedeschi.
LE RESPONSABILITÀ DEGLI ORGANI DI GOVERNANCE DELL'IMPRESA NELLA PREVENZIONE DEI DANNI ALL'AMBIENTE - 29 SETTEMBRE 2020
FINALITA' Partendo dalla presentazione delle conseguenze di un danno all'ambiente (economiche, di responsabilità civile, di responsabilità penale, di immagine, sociali), il corso proporrà una serie di strumenti per la prevenzione degli incidenti. L'impegno dell'impresa per la tutela dell'ambiente verrà inserito nell'ottica della responsabilità sociale d'impresa.
RIFIUTI INDUSTRIALI: COME POTER OTTIMIZZARE LA LORO GESTIONE AZIENDALE - 4-6 FEBBRAIO 2020
FINALITA' La gestione dei rifiuti in azienda é vincolata al rispetto di precise disposizioni; il mancato adempimento degli obblighi previsti comporta pesanti sanzioni. Per applicare le disposizioni in modo corretto è necessario non solo saperle contestualizzare nella propria realtà aziendale ma anche all'interno dell'insieme più ampio di tutte le norme attualmente vigenti sul tema. Dal 2009 in poi la materia è stata oggetto di continue modifiche fortemente influenzate dall'avvento di SISTRI , il nuovo sistema telematico per il controllo e la tracciabilità dei rifiuti pericolosi, la cui operatività è stata fissata ad ottobre 2013 e a marzo 2014. Più recentemente il legislatore ha apportato modifiche alle istruzioni in materia di corretta attribuzione dei CER , i codici che identificano ogni rifiuto In ragione di tutto ciò, la gestione dei rifiuti non pericolosi è di fatto diversa da quella dei rifiuti pericolosi. Il corso si propone di fornire un quadro di riferimento compiutamente aggiornato sui complessi obblighi vigenti in relazione a tutti i rifiuti industriali sia pericolosi che non , di approfondire il tema dei sottoprodotti , nonché di illustrare in modo esaustivo tutte le procedure di funzionamento del nuovo sistema SISTRI per consentire agli operatori di governare con competenza la materia
SPC: IL CONTROLLO STATISTICO DI PROCESSO - 23 OTTOBRE 2020
FINALITA' Fornire i concetti fondamentali per il controllo statistico del processo a coloro i quali è richiesta la gestione operativa e il monitoraggio della qualità su macchine, impianti, linee anche complesse. Utilizzare la statistica come mezzo di base per il miglioramento continuo della qualità, della sicurezza, della protezione ambientale, dei progetti e dei processi produttivi.
VALUTAZIONE E AUDIT AI FORNITORI - 20 - 27 APRILE 2020
FINALITA' Dal momento che i beni ed i servizi acquistati sono tra loro diversi, diversa sarà di conseguenza la loro criticità sui risultati aziendali. Da qui ne consegue una necessità di analisi della gestione dei processi di fornitura e del rapporto con i fornitori stessi per poter individuare le aree critiche in modo da creare un elenco di fornitori qualificati secondo diverse logiche di valutazione. Tutto ciò richiede un affinamento ed un approfondimento dei controlli esercitati sui fornitori di prodotti e di servizi a partire dalla loro selezione, per passare attraverso la valutazione, gli audit sul fornitore, la rivalutazione fino ad arrivare ad un miglioramento del processo di approvvigionamento in modo tale che possa nascere un rapporto di reciproco beneficio tra cliente fornitore (approccio di partnership).
VALUTAZIONE E AUDIT AI FORNITORI - 3 - 10 OTTOBRE 2020
FINALITA' Dal momento che i beni ed i servizi acquistati sono tra loro diversi, diversa sarà di conseguenza la loro criticità sui risultati aziendali. Da qui ne consegue una necessità di analisi della gestione dei processi di fornitura e del rapporto con i fornitori stessi per poter individuare le aree critiche in modo da creare un elenco di fornitori qualificati secondo diverse logiche di valutazione. Tutto ciò richiede un affinamento ed un approfondimento dei controlli esercitati sui fornitori di prodotti e di servizi a partire dalla loro selezione, per passare attraverso la valutazione, gli audit sul fornitore, la rivalutazione fino ad arrivare ad un miglioramento del processo di approvvigionamento in modo tale che possa nascere un rapporto di reciproco beneficio tra cliente fornitore (approccio di partnership).
Servizi Confindustria Bergamo S.r.l. - via Clara Maffei,3 - 24121 Bergamo - P. IVA e Reg. Imprese di BG: 00431200161